Apegiramondo.it

Blog di viaggi e avventura, alla scoperta di mete fantastiche

Sei qui: Home » 3 luoghi insoliti di Milano

3 luoghi insoliti di Milano

Milano è sicuramente una delle principali destinazioni turistiche italiane. Patria del business e sede di grandi aziende, dispone anche di bellissime opere architettoniche, artistiche e culturali, da esplorare una dopo l’altra.

È indiscusso che la sua frenesia e il suo traffico cittadino siano qualcosa a cui è difficile abituarsi per chi viene da luoghi più tranquilli, ma sono in molti a trasferirsi qui per sfruttare il fermento culturale e imprenditoriale del capoluogo lombardo e trovare un luogo in cui propria attività venga favorita da contatti lavorativi e una maggior facilità di fare business.

Milano è anche la patria di importanti luoghi storici e di punti di interesse turistico imperdibili: se alcuni sono particolarmente conosciuti al grande pubblico, altri sono nascosti, riservati ai viaggiatori più curiosi e senz’altro degni di nota. Ecco qualche esempio e qualche suggerimento su come arrivare e muoversi in città!

Come raggiungere Milano

Quali sono le modalità con le quali i visitatori raggiungono la città? E come è meglio spostarsi al suo interno? I cittadini milanesi si muovono abitualmente utilizzando servizi di sharing, ma anche in sella a biciclette di proprietà, oppure tramite i numerosi mezzi pubblici che servono ogni area di Milano.

Chi viene da fuori è però costretto a decidere se utilizzare l’auto oppure raggiungere la città in modo alternativo e smart, come ad esempio utilizzando uno dei numerosi servizi di trasporto con conducente, come Malpensa taxi terminal 1, reperibile proprio in uno dei principali aeroporti cittadino.

Una volta raggiunta la città con un mezzo proprio sarà senza dubbio difficoltoso trovare un parcheggio libero: esistono posteggi a pagamento, ma sono spesso decisamente costosi, soprattutto per soste prolungate, nonché non sempre disponibili.

Usando invece un veicolo con conducente si sosterrà la spesa del taxi, ma la comodità nello spostamento sarà impareggiabile e una volta raggiunto il centro città ci si potrà muovere liberamente tramite i principali mezzi pubblici, come metro, bus o tram.

I principali luoghi insoliti della città

Ci sono diversi luoghi a Milano da poter visitare, che spesso vengono trascurati dai principali tour organizzati o dalle guide. Sono principalmente siti di carattere storico e culturale, che susciteranno sicuramente l’interesse dei più appassionati e originali esploratori.

Archivio Storico e Sepolcreto della Ca’ Granda

La volontà di Francesco Sforza era quella di costruire una grande struttura ospedaliera per gestire i malati della città: la struttura, ancora oggi esistente, è poi divenuta sede dell’Università degli studi di Milano e all’interno del suo archivio storico è presente la documentazione relativa all’Ospedale Maggiore, dall’epoca del ‘400 fino ai giorni attuali.

È possibile inoltre intraprendere un tour guidato che include la scoperta del Sepolcreto della Ca’ Granda e delle catacombe. Una curiosità imperdibile sono le proiezioni di film, tenute nel cortile segreto dell’edificio, che risale all’epoca quattrocentesca.

La Vigna di Leonardo

Leonardo Da Vinci è sicuramente un personaggio particolarmente noto a Milano, nonché nel mondo intero. La Casa degli Atellani, un elegante edificio dell’epoca quattrocentesca, che si trova in prossimità della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, luogo nel quale è possibile ammirare il Cenacolo Vinciano.

Subito dietro alla Casa degli Atellani si trova una delle bellezze nascoste di Milano, ovvero la vigna donata da Ludovico Il Moro a Leonardo Da Vinci, nel XV secolo: questa vigna, particolarmente importante per Leonardo, è stata recentemente sistemata e riportata in eccellenti condizioni.

La cappella di San Bernardino alle Ossa

Questo è sicuramente uno dei luoghi più suggestivi e particolari di Milano. La cappella di San Bernardino alle Ossa racchiude al suo interno una notevole quantità di ossa e teschi, che sono stati ritrovati nelle fondamenta della chiesa, dopo che nel 1642 si è verificato il crollo del campanile.

Sono state create delle decorazioni in stile rococò, con resti che sembrano appartenere a martiri e santi, anche se alcune persone ipotizzano che essi siano i defunti dell’Ospedale Maggiore che si trova nelle vicinanze.

Esistono moltissimi altri luoghi insoliti e nascosti nella città, che è però difficile visitare in un’unica visita a Milano. Visto il grande numero di opere e luoghi storici potrebbe essere interessante pianificare più visite, per scoprire con calma tutti questi luoghi, che sapranno sicuramente stupire e appassionare chi magari ha visitato più volte la città in modo superficiale, raggiungendo solo le destinazioni più note.

Beatrice

Torna in alto